Giovedì 16 Ago 2018


La maiolica è una delle arti più antiche e rappresenta una delle più grandi tradizioni dell’artigianato e della creatività di Laterza, un territorio che si estende fra Bari e Matera, nella murgia barese.

Se ne hanno notizie sin dal periodo seguente il Medioevo tanto che l’arte fosse già fiorente nel 1500, così come indica lo storico Geronimo Marciano, e che nel territorio laertino si creassero vasi pregiati simili a quelli di Faenza.

L’arte ha raggiunto il culmine fra il XVII e il XVIII secolo grazie a maestri, nell’epoca barocca, come Angelo Antonio D’Alessandro e alle numerose botteghe.

Sul territorio di Laterza, secondo il catasto onciario del 1757, erano presenti 45 fornaci e 48 botteghe nelle quali operavano vasai e pittori.

In questo periodo a Laterza si sviluppa lo stile compendiario, sorto nel XVI secolo a Faenza, grazie al quale si potevano realizzare opere utilizzando pochi elementi e pochi colori come il blu e il giallo, su fondo bianco.

Gli artigiani laertini, poco dopo, diedero vita ad uno stile proprio denominato istoriato laertino, caratterizzato dalla monocromia turchina su smalto bianco.

Le scene rappresentate erano di tipo cavalleresco e si rifacevano ai modelli tratti dalle incisioni del 1500 e 1600 che rappresentavano battaglie romane, episodi biblici e mitologici.

Nel XIX secolo l’arte della maiolica laertina subisce una grave battuta d’arresto e ciò è testimoniato dall’ultima tavoletta ritrovata nella chiesa Matrice di San Lorenzo risalente al 1825 e dai 5 faenzari che si dedicavano solo a produzioni imitative e ripetitive.

Durante il XX secolo l’ultima famiglia di figuli laertini è stata la famiglia De Vietro che ha operato a Laterza fra il 1940 e il 1950 in una fornace di origine medioevale, scavata nella roccia e nel tufo.

Fortunatamente, al giorno d’oggi, la produzione ha ritrovato vigore grazie alle imprese artigiane, al Liceo Artistico che forma gli studenti all’arte della maiolica e al Museo Civico dei Padri e della Maiolica.

Il marchio Ceramica Artistica Tradizionale per la maiolica di Laterza (CAT), istituito nel 1997 con decreto del Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato, ha permesso di disciplinare la produzione della maiolica e, al comune di Laterza, di entrare a far parte dell’Associazione Italiana Città della Ceramica con sede a Faenza.

L’arte della maiolica permette di creare artigianalmente prodotti di varia natura come bomboniere e complementi di arredo e le opere sono presenti in numerosi musei come il Victoria and Albert Museum a Londra e il museo Adrien Dubuochè a Limoges.

Futuri sposini e future sposine,

il fatidico giorno si sta per avvicinare e siete arrivati al punto di dover scegliere i pensierini da donare ai vostri invitati durante o al termine della vostra festa.

Se siete ad un impasse e non sapete come scegliere le bomboniere personalizzate per il vostro matrimonio ecco qui qualche soluzione adatta alle vostre esigenze.

Si sa, non è semplice trovare la giusta bomboniera ma sappiate che, per donare un cadeau originale basta ricercare, ad esempio, un oggetto da usare quotidianamente e personalizzarlo.

Un’idea carina sarebbe regalare delle deliziose bottigliette di liquore al cioccolato o al caffè con l’etichetta personalizzata con i vostri nomi e la data del matrimonio e, perché no, rivolgersi ad un ente benefico che se ne occupa così da far bei regalini dando un piccolo aiuto a chi è in difficoltà.

Cosa ne pensate se, invece, si regalassero delle splendide piantine grasse personalizzando il pacchetto con il bigliettino su cui sono scritti il nome dell’invitato e una frase di ringraziamento da parte vostra?

Di deliziose idee ce ne son davvero tante e allora perché non donare biscottini, marmellatine, barattolini con le bustine del tè o del caffè o dei piccoli cestini con golose specialità gastronomiche.. tutto rigorosamente personalizzato in base ai vostri gusti e alle vostre esigenze.

Se invece foste amanti dell’artigianato potreste realizzare da soli delle saponette, dei sacchetti profumatori per armadi e cassetti, delle candele o delle cornicette, dando sfogo alla creatività.

State organizzando il vostro matrimonio e non sapete come scegliere le bomboniere personalizzate?

A seconda della stagione in cui verrà celebrato, potreste regalare simpatiche copertine o guanti a cui legare un bigliettino e un sacchetto di confetti oppure bottigliette di olio d’oliva semplice o aromatizzato al peperoncino, al rosmarino o altro.

Potreste imbottigliare l’olio da soli e poi stampare delle etichette e scrivere ciò che desiderate.

Di idee ce ne son davvero tante e potreste persino regalare anche zucchero in zollette dalle forme più strane, decorando la confezione con rametti fioriti e un bigliettino scritto a mano da voi.

E’ bello personalizzare le bomboniere per amici e familiari perché così si possono donare oggetti unici e originali a chi ha condiviso con noi il momento più bello.

Share This